Giu 282011
 

Caro Sindaco,

perseguendo l’obiettivo di creare strutture che possano rispondere alle esigenze di appartenenti a fasce di età diverse da quelle a cui diamo attualmente soddisfazione con il ballo e le altre attività del Circolo, abbiamo preso contatti con due associazioni aderenti all’UISP e precisamente la Polisportiva “Pisanova”, nata da una costola del Circolo tanti anni fa, e la Polisportiva “Alhambra”. Il progetto di massima che è scaturito dall’incontro con le due associazioni è quello di costruire, nella rimanente superficie della nostra particella, oggi destinata a parcheggio, una struttura di 600 metri quadrati da adibire a palestra.

L’offerta di quello che intendiamo denominare “Centro per il benessere della persona”, andrebbe ad intercettare una domanda potenzialmente rilevante, anche con convenzioni con il vicino Ospedale, e rappresenterebbe uno dei centri di base auspicati di recente in iniziative pubbliche da te, dopo un colloquio con il prof. Pinchera.

Pertanto, la richiesta che ti sottoponiamo è quella di poter utilizzare la volumetria assegnataci con la delibera del Consiglio Comunale n. 82 del 2007 (ben 2500 metri cubi) che prevede la costruzione di due piani sopra la parte oggi adibita a bar e altre attività ricreative, spostandola nella superficie sopradetta, mentre il parcheggio attuale potrebbe essere ospitato nella particella di proprietà comunale adiacente alla nostra, inizialmente assegnata alla cooperativa Paideia, poi da questa restituita e oggi destinata a discarica abusiva.

Realizzare l’opera qualificherebbe oltremodo il Circolo consentendo un allargamento e maggiore rappresentatività sociale degli iscritti favorendo il ricambio generazionale, necessità da noi avvertita fortemente dato che siamo sempre gli stessi a tirare il carretto.

Fiduciosi in un positivo accoglimento della presente, con l’occasione ti inviamo cordiali saluti.

 

Il Consiglio Direttivo

lì, 16 febbraio 2011

Giu 282011
 

Questa sezione è dedicata a tutti i soci che vorranno inviare commenti (anche critici) sul funzionamento del Circolo, e più in generale instaurare discussioni sui problemi del quartiere.

Un primo argomento che vorremo affrontare è che va superato una volta per tutte lo stato di abbandono della superficie compresa tra il nostro confine e via Paradisa.

Nella voce “aggiungi aggiungi”, diciamo dell’impegno profuso dal Circolo per rendere fruibile questo spazio. Dopo aver aperto una sottoscrizione e completato i lavori di prima sistemazione dell’area, lo SPI-CGIL, dietro la cui sigla ci eravamo mossi per avere maggior ascolto dall’Amministrazione Comunale, volle gestire in prima persona la cosa. Il tutto si esaurì in un percorso burocratico e dopo alcuni anni di completo abbandono la particella venne assegnata alla cooperativa Paideia per costruirvi un asilo nido con l’impegno di attrezzare a verde la rimanente parte. Non avendo la Cooperativa le disponibilità per far fronte all’impegno preso, abbiamo davanti uno spazio abbandonato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu 282011
 

La saletta è destinata al gioco della TOMBOLA

responsabili : Antonelli Mirella e Volpi Dante

Nelle occasioni quando  proponiamo il cibo, è lì che viene apparecchiato. Il giovedì e il sabato viene utilizzata dalla società “Isola Verde”, il soggetto a cui abbiamo ceduto il bar con un contratto di locazione.

Il bar, come si è detto, è gestito da alcuni soci, a cui è stato assegnato per molti anni  adottando il contratto di associazione in partecipazione. Inaugurata la nuova sede, abbiamo deciso di passare al contratto di locazione, per cui gli stessi soggetti hanno dato vita ad una ditta.

Questo locale, compreso nella competenza della società Isola Verde, ospita il gioco delle carte.